martedì 17 dicembre 2013

il motivo


























c'era la gente che lo cercava;
c'era la gente che ci credeva,
c'era la gente che lo creava;
c'era la gente che ci sperava;
c'era la gente che se ne fotteva
e poi c'era la gente che non ci riusciva;

c'era la gente che ci si aggrappava;
c'era la gente che se lo inventava;
c'era la gente che non ne aveva bisogno
e c'era chi lo diceva ma faceva finta;
c'era poi la gente che se lo scriveva,
per tenerlo bene a mente,per non perderlo
di vista;

c'era la gente che se lo comprava;
c'era la gente che se lo scopava e
in altri casi lo partoriva;
c'era la gente che lo cambiava ogni volta
e poi invece quella che perseverava,
insisteva sempre sullo stesso;

c'era la gente che si perdeva
se non ne trovava uno.

c'era
tutta quella gente là,
e c'è ancora.

poi,un bel pò più sù,
ci stava e ci sta da un pò di tempo anche
l'universo con le sue costellazioni di
giganti rosse e supernove e chissà cos'altro.
e c'era e c'è la gente che s'incantava e che si incanta ancora a
starci su,con la punta del naso verso il cielo.
e sono sicuro che c'era e che c'è ancora, quella stessa gente, che
a quel punto se lo dimenticava,
il motivo.

e si sentiva liberata.

Nessun commento:

Posta un commento