martedì 15 luglio 2014

Succede sempre così!



sono stati mesi belli pieni,vissuti,interessanti direi,
e per quanto riguarda la mia esperienza fino a qui,
tutto sommato non troppo banali.
Il fatto è che poi succede sempre così: che quando ho troppo ossigeno nei polmoni e un sacco di storie da raccontare,finisce che non scrivo o,se lo faccio, poi il tutto diventa un mucchio di parole che posso capire solo io,tanto sono intime.

che sennò:

Diromadeltempodelleillusionidimanisporcheepontielettrici;deiloschipiani,dinessunaremora,ditroppavoracitàenessunavita;dellemiemaglietteedellemierivincite,dellamialiberazioneefinalmenteecheccazzo;dell’associazioneculturale,delkaiccoinmezzoalmarecoltramontoeilventobuono;delviaggiodelmiocuoretraitaliaolandascoziaeinghlinterraaccantoaleieaccantoamemapuredentroediunpalazzooccupato;diromaun’altravoltamapermotividiversi,dipiùpacedentro,nonostantetutto.

ma non credo di essere ancora pronto a raccontare per filo e per segno,
oppure forse non c’ho voglia. che poi succede sempre così.
succede sempre così,si.
e forse nonostante tutto mi sa che dovrei rivedere quella storia sulla banalità..

perciò post-it, di quelli di viaggio che se comunque non raccontano filo e per segno una storia (che poi succede sempre così), saranno per lo meno utili a ricordare quel che stavo guardando,su cosa stavo riflettendo,su che gioivo o mi affliggevo e quindi,appuntavo.
perchè tutto sommato appunto spesso o quasi sempre.
che poi succede sempre così.

4/4/14
[ cercare l’amore nei posti sbagliati. pioggia leggera e tu hai il cuore altrove ]

9/4/14
[ c’è chi col tempo si disaffeziona allo zucchero e poi cerca la dolcezza nella vita; e ci riprova di continuo, malgrado gli edulcoranti. ]

15/4/14
[ (…)“non è tempo per noi”. non lo è da più di un anno per tanti motivi,troppi; il principale è che non puoi,non sai innamorarti di me.a volte desideri farlo ma non è abbastanza. (…) ]

23/4/14
[ biglietto ]

28/4/14
[ lattecaffèzucchero ]

25/5/14
[ sono andato al pontile, ho aspettato il buio.
Ascolta,tutto questo non mi piace ma è quello che è,strano da sempre.
voglio dire che quello che è successo non ha solo a che fare con i nostri comportamenti o le stupidate da risolvere meglio,piuttosto con la sostanza che manca,che manca dal primo momento,dal primo bacio tuo di mesi fa.non ci siamo capiti,non ci siamo trovati,non ci siamo.e non succederà,ora lo so.(..)ti sono grato ma poi basta,ti lascio andare via dalla mia testa una volta per tutte,perchè star bene,condividere,non è roba che voglio solo immaginare.
Ti voglio bene perchè voler bene non è cosa che so smettere di fare e perchè i rancori poi li gestisco male.quindi sii felice,ma davvero però.Buonanotte ]

26/5/14
[ E’ quello che vorrei sentirmi dire,ma più di tutto è quello che vorrei sentire e dire. ]

4/6/14
[ please forgive me ]

6/6/14
[ scusami se ti ho infastidito avvicinandomi e grazie per l’attenzione,per le parole.tutto qua ]

6/6/14
[ voyage voyage ]

14/6/14
[ i pensieri per strada forse si perdono un po’,tra città sfiorate di striscio e bus troppo pieni per dormirci comodi dentro. il movimento. questo mi mantiene le branchie aperte e ben in vista. per chissà dove e a qualsiasi ora, il/in movimento,lo stato delle cose e il mio non stare,obiettivamente più sincero di qualsiasi diversa e più alta volontà. “driving in your car, i never never want to go home because i haven’t got one,anymore”. ]

15/06/14
[ malloreddu cun bagna ]

19/6/14
[ D6 o D7 o 227 fino a mile hand station per 5 fermate
attraversa e vai a destra alla fermata A9 - National Express ]

20/6/14
[ Donato Cambridge prendi le cose meno sul serio.
hostess italiana continua a parlarmi in inglese. ]

20/6/14
[ Non me lo immaginavo che fosse così.
cosa?
nascere!
così come?
violento! ]

20/6/14
[ di quando vedi due persone insieme e provi un’estrema tenerezza e la certezza che insieme non faranno tanta strada.
certi amori non hanno coraggio. ]

21/6/14
[ Passato Prossimo ]

15/7/14
[ (i.n.t.r.u.s.o) e della solita sensazione di essere fuori luogo.(…) sono solo stanco di queste cose poco limpide. ]

15/7/14
[ tornando a casa ho passato un mucchio di tempo a parlare con dei testimoni di geova, non hanno voluto “curarmi” ma mi hanno sfidato ed io ho tenuto aperto il dialogo. “A chi ti rifai,a Marx?” mi ha detto uno dei due. no!gli ho risposto;che sono pure ignorante. “rispondi a questa semplice domanda: come lo vedi il futuro? gli ho detto MERAVIGLIOSO! ]